1 Marzo 2024
PLR

Zona a traffico limitato: un toccasana per i commerci

Zona a traffico limitato: un toccasana per i commerci

La creazione di una zona a traffico limitato per il centro della Città di Lugano non contribuirebbe solo a rendere il centro più vivibile, a ridurre l’inquinamento dell’aria, a favorire gli spostamenti in bici e a liberare importanti superfici ad oggi sacrificate al passaggio veicolare, ma con i giusti accompagnamenti sarebbe anche un vero e proprio toccasana per i commerci cittadini.

Non a caso le vie dello shopping o dei bar e ristoranti di molte grandi e piccole città di tutto il mondo sono pedonali o a traffico limitato. È più gradevole un pranzo ad un tavolo all’esterno lungo una via pedonale rispetto ad uno a pochi metri dal passaggio delle auto. È più facile entrare in un negozio se ci si passa davanti passeggiando rispetto al cercare un posteggio per tornare a quel negozio. Come riporta Clean Cities, l’introduzione di ZTL a Madrid, Londra e Berlino ha generato un aumento della spesa all’interno delle aree toccate. In Svizzera sono già 21 le ZTL sparse tra città e paesini montani.

Una pedonalizzazione o una netta diminuzione dei passaggi veicolari creerebbero zone più simili alle vie più pregiate del centro come piazza Riforma, via Nassa o via Peri.

Un numero minore di veicoli necessiterebbe anche di meno spazio. In alcune vie non sarebbe più necessaria la corsia riservata ai bus o la larghezza delle due corsie di senso opposto potrebbe essere ridotta, restituendo alla popolazione ampie superfici da sfruttare in svariati modi, tra i quali l’espansione dell’area esterna di bar, ristoranti e negozi, attività temporanee, aree verdi per godersi la pausa pranzo all’ombra o viali alberati che sono di fatto valore aggiunto per tutta la zona.

I proventi generati dal pedaggio potrebbero essere utilizzati per finanziare parcheggi combinati con il trasporto pubblico, per potenziare l’offerta di collegamenti o per attuare i giusti accompagnamenti alle attività commerciali.

Difficilmente meno traffico disincentiverà il turista, che sia giornaliero o a lunga permanenza. Anzi, una città con meno rumore, meno inquinamento, più spazi vivibili e più aree verdi migliorano l’esperienza dei visitatori così come la vita dei residenti, aumentando l’attrattività della Città sia per gli uni che per gli altri.


Mirco De Savelli, candidato Verdi Liberali, lista 3 PLR e verdi liberali

Condividi
Avatar photo
Autore

Voce PLR