24 Luglio 2024
Lugano Comunali 2024 PLR

Un quartiere universitario per il futuro di Lugano

Un quartiere universitario per il futuro di Lugano

La storia ci insegna che le città crescono ed evolvono attorno a quartieri con interessi particolari, in particolare laddove si creano le condizioni ideali per lo sviluppo della conoscenza e del progresso. Pensiamo per esempio al nuovo quartiere CityLife di Milano, progetto di riqualificazione del quartiere Fiera che ha dato un nuovo importante slancio allo sviluppo della città. O per restare in Svizzera, pensiamo al Kreis 11 di Zurigo-Nord, dove si svolgono eventi sportivi e musicali e dove si è creato un nuovo parco conosciuto come MFO (l’ex area della Maschinenfabrik Oerlikon) che sovrasta l’area sulla quale un tempo sorgeva appunto la MFO. Due recenti e virtuosi esempi di riqualificazione di spazi urbani nell’interesse del cittadino e della città. Il PLR Lugano, con specialisti diversi del settore, sostiene l’approfondimento per la creazione del quartiere dall’Università.  Un Quartiere che dal Lido/Parco Ciani sale sino a Viganello, comprendendo l’area del ex Macello, dell’Università, dell’Ospedale Italiano e dell’ex stabile PTT. Un’area importante per vastità, pregio e tipologia di occupazione che potrebbe essere completamente rivalutata sia ampliando gli spazi verdi a destinazione della popolazione, sia approfittando dell’Università, per ampliare la conoscenza, la formazione, la ricerca e il dibattito, indispensabile per una crescita armoniosa per Lugano. Stiamo pensando ad un modello fiscale particolare per questo Quartiere, al fine di promuovere la creazione di appartamenti con affitto moderato da mettere a disposizione degli studenti e delle persone anziane. Stiamo valutando un modello fiscale che permetta la creazione di nuove attività sul territorio da parte degli studenti universitari. Infine valutiamo con interesse la creazione di un punto d’incontro dal quale organizzare il traffico pubblico, con un nuovo concetto di abbonamento “vantaggioso” a favore dei giovani e degli anziani. Il progetto potrebbe permettere un ripensamento del modello di turismo che oltre alle bellezze del nostro territorio, la cultura e le attività diverse contempli anche la conoscenza. L’eccessiva burocrazia, un male moderno, arrivato anche alle nostre latitudini, frena ogni iniziativa volta ad adeguare la città a nuove visioni o progetti ma la nostra volontà è di andare oltre questi freni perché abbiamo Lugano nel cuore e perché i luganesi meritano di +.

Fabio Rezzonico Vice Presidente PLR Lugano

Condividi
Autore

Fabio Rezzonico