25 Giugno 2024
PLR

Donne PLR contro la violenza economica

Donne PLR contro la violenza economica

Sfruttare il 14 giugno non per scioperare ma per richiamare l’attenzione sugli obiettivi ancora da raggiungere nella parità tra uomini e donne: la questione delle pari opportunità non riguarda soltanto i partiti di sinistra e i sindacati bensì tutti! Insistere con lo strumento dello sciopero, approccio ormai superato, porta a un divario di genere che pone le donne come vittime assolute della nostra società, una logica che le donne liberali radicali rifiutano.

Per le Donne liberali radicali ticinesi la parità è un obiettivo che ci dobbiamo dare insieme, uomini e donne che si impegnano a favore di misure che abbiano un impatto maggiore sull’uguaglianza, che riconoscono che esistono situazioni socialmente tabù come la violenza economica: un sostentamento economico sufficiente è la base per garantire la libertà e il futuro per ogni persona. La battaglia contro la violenza alle donne, sia essa fisica sia psicologica in tutte le sue sfumature, può essere vinta se vi è anche una concreta libertà economica, e un percorso paritario che presuppone la compatibilità tra famiglia e carriera sia essa professionale e/o nell’impegno politico.
Mercoledì 14 giugno l’attenzione delle DLRT sarà pertanto posta sulla necessità di misure concrete quali:
• l’applicazione dell’imposizione individuale; per le coppie deve avere senso che entrambi i genitori esercitino un’attività lavorativa;
• procedere alla riforma del 2° pilastro (LPP);
• implementare la strategia per il reinserimento professionale delle donne che hanno cessato di lavorare per ragioni famigliari.
 
Mari Luz Besomi-Candolfi
presidente DLRT

Condividi
Autore

Mari Luz Besomi-Candolfi