1 Dicembre 2022
PLR

Intervista a JJ Aeschlimann

Intervista a JJ Aeschlimann

Le interviste di VOCE PLR LUGANO ai candidati al Consiglio di Stato

JJ Aeschlimann

1. JJ come vedi la tua corsa verso il Consiglio di Stato?

Sarà sicuramente una bella, intensa ed impegnativa avventura. Da un lato ho grande voglia di ripagare con entusiasmo l’onore che mi ha fatto il partito pensando a me per queste elezioni e dall’altro questa sfida mi permetterà di crescere sia umanamente sia politicamente. Non vedo francamente l’ora di potermi muovere sul nostro territorio e conoscere altre realtà con problematiche diverse l’una dell’altra, ascoltare quali siano i bisogni e cosa muove la gente in tutto il Ticino. Le prime settimane di campagna mi hanno già dato tantissimi nuovi spunti.

2. Sei stato definito “Giocatore di squadra” dal tuo allenatore della nazionale, questa capacità credi ti sarà utile una volta eletto in Consiglio di Stato? In che modo?

In ogni gruppo, in qualsiasi ambito, la capacità di lavorare insieme per raggiungere un obiettivo comune è fondamentale. In una squadra ogni membro deve dare il suo apporto mettendo a disposizione i suoi punti forti ed i suoi argomenti per poter prendere la decisione giusta ed agire in maniera coesa. Ho il vantaggio di aver vissuto questo tipo di collaborazione nel mio mestiere precedente come giocatore professionista di hockey su ghiaccio, in un ambiente quindi di grande concorrenza e rivalità agonistica anche interna e dove solo con questo spirito riesci ad andare lontano. La cittadinanza ha la tendenza a disinteressarsi sempre più alla causa pubblica non andando a votare e dimostrando una certa sfiducia nelle autorità. Solo con un gioco di squadra riusciremo a riguadagnare la fiducia in quel che facciamo.  

3. Quali sono i temi più rilevanti che affronterai nei primi 100 giorni da Consigliere di Stato?

Evidentemente ci saranno da affrontare i temi più caldi dell’attualità che tutti noi conosciamo, ma si tratterà anche di gettare le basi per il futuro. Credo fortemente che bisognerà essere ben preparati ed operativi quando questo momento molto difficile per noi tutti passerà, perché solo chi si farà trovare preparato potrà andare avanti creando ricchezza e prosperità. Il Ticino ha tutti gli strumenti per poter uscire vincente e ripartire rapidamente, gli manca al momento soltanto la cassetta dove mettere questi strumenti.

Condividi
Autore

Voce PLR