29 Novembre 2022
PLR

Giudice di Pace: una scelta oculata

Giudice di Pace: una scelta oculata

Il prossimo 25 settembre, un importante circolo di Lugano (Est, 12.000 iscritti a catalogo per ca 25.000 abitanti comprensivo di Aldesago, Bré sopra Lugano, Cassarate, Castagnola, Cureggia, Gandria, Pregassona, Ruvigliana e Viganello) dovrà decidere su quale sia il loro Giudice di Pace per il decennio 2022-2032. Il Giudice di pace, è un magistrato popolare che ha un importante ruolo all’interno dell’ordinamento giuridico cantonale. Ha competenze nelle più svariate controversie !no a un valore
litigioso di franchi 5.000, con possibilità di sottoporre alle parti una proposta di giudizio.
Giudica inoltre, in prima istanza, le cause patrimoniali !no a un valore litigioso sempre di franchi 5.000, comprese quelle relative alla Legge sull’esecuzione e fallimento. Il Giudice di Pace resta poi in carica 10 anni sino al compimento del 70. anno di età.
Si possono fare diverse riflessioni e una moltitudine di considerazioni ma qui mi limiterò ad esporre un mio personale pensiero. In questa occasione, si contenderanno il posto di Giudice di Pace due persone sicuramente valide, competenti e che certamente sapranno svolgere bene il loro ruolo; Fabrizio Demarchi e Giuseppe Aostalli.
La puntuale legge, permette la candidatura anche di persone all’infuori del circolo interessato; in questo caso abbiamo il sig. Demarchi di Aldesago e il sig. Aostalli di Savosa. Ritengo tuttavia quantomai importante che la persona che assuma questo ruolo abbia una marcata conoscenza del territorio e una vasta conoscenza pure delle persone che vi abitano; questi due importanti requisiti, saranno certamente importanti nell’espletazione quotidiana del loro lavoro. Come detto sopra, un Giudice di Pace in caso di elezione ha un mandato di 10 anni sino ad un massimo del compimento del 70. anno di età. Nel caso di elezione del sig. Aostalli, ci ritroveremo fra 5 anni a dover ripetere il medesimo esercizio. In un periodo di difficoltà come quello che stiamo vivendo, dove la mole di lavoro del Giudice di Pace sarà importante, garantire una continuità e soprattutto evitare una nuova elezione e nuovi costi risulta assolutamente importante. In conclusione un invito quindi a sostenere la candidatura di Fabrizio Demarchi quale Giudice di Pace Lugano- est per il decennio 2022-2032.

Per ricoprire
l’incarico serve soprattutto una grande conoscenza del territorio

FABIO SCHNELLMANN
/deputato in GC

Condividi
Autore

Fabio Schnellmann